L’Acr Messina condannata a pagare i compensi residui della scorsa stagione ai calciatori Misale e Manetta

La commissione accordi economici della Lega Nazionale Dilettanti ha condannato l’Acr Messina  a pagare due compensi residui a due calciatori che vestirono la maglia biancoscudata la scorsa stagione 2017-18.

I calciatori che hanno presentato ricorso, secondo quanto si legge nel dispositivo della Lega, dovranno ricevere il pagamento entro 30 giorni dalla comunicazione della sentenza. Si tratta di Santino Misale, che aveva richiesto alla società il pagamento di 500 euro e Marco Manetta per la somma di 4.200 euro. I due calciatori hanno presentato tutti i documenti necessari e la commissione ha ritenuto congrua la richiesta e non avendo ricevuto alcuna nota di difesa da parte dell’Acr Messina, ha condannato la società presieduta la presidente Sciotto al pagamento delle somme richieste dai due giocatori.

 

Rispondi