Il Coni rispedisce la Vibonese in serie D

Ancora un colpo di scena nella vicenda giudiziaria-sportiva che riguarda la Vibonese. Il Collegio di Garanzia dello Sport, a sezioni unite, ha accolto il ricorso presentato congiuntamente dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.) e dalla Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), contro la società U.S. Vibonese Calcio s.r.l., nonché nei confronti della Procura Federale Figc, della Procura Generale dello Sport presso il Coni e della società A.c.r. Messina, per l’annullamento, della decisione presa dalla Corte Federale d’Appello della Figc il 30 agosto 2017, che determinò la reintegrazione della compagine calabrese nell’organico del campionato di Serie C per la stagione sportiva 2017/2018 e la retrocessione all’ultimo posto della società Acr Messina nello scorso campionato di Lega Pro.

Per effetto di questa decisione la Vibonese è la diciottesima squadra nel girone I della serie D, mentre torna a 19 squadre il girone C della serie C.

Domenica prossima si giocherà la terza giornata del campionato di serie D, una decisione di certo intempestiva, ma a quanto pare i colpi di scena potrebbero non finire con questa ennesima controversa decisione, il presidente della Vibonese ha dichiarato: “Abbiamo appreso con sommo stupore la decisione del Collegio di garanzia del Coni. Ma non ci arrendiamo con il nostro legale studieremo le mosse da fare non appena conosciute le motivazioni di questa decisione”.

Rispondi