Un Messina dai due volti esce sconfitto contro la Juve Stabia – VIDEO

Condividi su:

Un Messina alla ricerca di punti esce sconfitto dal Menti di Castellammare di Stabia, superato nel secondo tempo da una rete della Juve Stabia. Alla terza partita di mister Capuano sulla panchina del Messina attiva la prima sconfitta.

Capuano schiera il suo classico 3-5-2 con Lewandowski tra i pali, i tre di difesa con Fazzi, Mikulic e Carillo; centrocampo con Sarzi Puttini e Catania esterni, Damina, Simonetti e Morelli; attacco con Adorante e Vukusic.

Primo tempo sonnecchiante, nel secondo tempo il march si sblocca per la Juve Stabia al 60’ con una rete del neo entrato Stroppa. Capuano abbandona il modulo difensivistico e con serie di cambi stravolge lo schema tattico del Messina. La squadra di Capuano sfiora la rete in più occasioni soprattutto con Adornate che al 72’ a qualche metro dalla linea di porta spreca un gol già fatto. Balde spreca un’altra occasione al 77’ dopo aver saltato due avversari in area. Un minuto dopo e Fazzi in area a sfiorare con il suo destro la traversa.

Sconfitta sostanzialmente immeritata per quanto visto nell’ultima mezz’ora in campo. L’atteggiamento rinunciatario della prima ora di gioco ha senz’altro influito negativamente sul risultato.

Tabellino:

Juve Stabia-Messina 1-0

Juve Stabia: Sarri, Donati, Tonucci, Cinaglia, Rizzo, Scaccabarozzi, Squizzato (36′ Davì), Altobelli (54′ Stoppa), Bentivegna (82′ Caldore), Eusepi, (82′ Della Pietra) Panico. A disposizione: Russo, Troest, Esposito, Todisco, Guarracino, Berardocco, Evacuo, Lipari. Allenatore: Sottili.

Messina: Lewandowski, Fazzi, Carillo, Mikulic, Morelli (67′ Goncalves), Simonetti (67′ Balde), Damian (46′ Fofana), Catania (55′ Konate), Sarzi Puttini (73′ Russo), Adorante, Vukusic. A disposizione: Fusco,  Rondinella, Celic, Fantoni, Marginean, Busatto, Distefano. Allenatore: Capuano.

Arbitro: Nicolini di Brescia (Zanellati-Piatti).

Marcatori: 60′ Stoppa (J).

 


Condividi su:

Rispondi