Battuta d’arresto casalinga del Messina – VIDEO

Condividi su:

Squadra abulica, senza idee, senza gioco scarsa tecnicamente in molti elementi, un’involuzione pericolosa che partita dopo partita diventa sempre più evidente. Probabilmente la squadra più scarsa mai costruita da quando il presidente Pietro Sciotto nel 2017 prese le redini del calcio peloritano. Un quadro desolante da cui non si vede una via rapida d’uscita.

Una partita incommentabile, con un gol subito all’86’ su una punizione dal limite battuta dall’ex Fornito che già da diverso tempo era nell’aria. La Gelbison molto più tranquilla e reduce da tre vittorie consecutive ha costruito in contropiede diverse azioni da gol, mentre il Messina arrancava in tutti i reparti senza mai costruire una chiara azione da rete.

Sei sconfitte sul otto match disputati in campionato, un bilancio del tutto insufficiente, un inizio di campionato tra i peggiori mai visti in riva allo stretto.

Del tutto deludente la gestione Auteri, un tecnico sulla carta molto esperto, ma che in questo inizio di campionato ha deluso le aspettative mettendo in campo il peggio con scelte cervellotiche contro ogni logica. Grandi responsabilità anche in chi ha costruito questa squadra scarsa in tutti i reparti.  

Tabellino:

Messina-Gelbison 0-1

Messina: Daga, Angileri, Camilleri, Ferrini (74′ Iannone), Napoletano (46′ Fiorani), Fofana, Marino, Fazzi (74′ Versienti), Balde, Curiale (4′ Zuppel), Catania (46′ Konate). A disposizione: Lewandowski, Berto, Trasciani, Mallamo. Allenatore: Auteri

Gelbison: D’Agostino, Gilli, Papa, De Sena (66′ Sorrentino), Fornito, Savini (60′ Graziani), Correnti (88′ Onda), Bonalumi, Loreto, Nunziante, Faella (88′ Citarella). A disposizione: Vitale,  Carnelutti, Marong, Di Fiore, Mesisca, Sane, Paoloni, Statella. Allenatore: De Sanzo.

Arbitro: Di Francesco di Ostia Lido.

Marcatori: 86′ Fornito (G).

 


Condividi su:

Rispondi