Argentina e Brasile cercano l’exploit in Qatar

Condividi su:

Ogni quattro anni è l’evento che più stimola gli appassionati di calcio. Il campionato del mondo vede le nazionali più forti darsi battaglia per la gloria planetaria, e anche quest’anno suscita le maggiori emozioni, nonostante verrà giocato nell’autunno boreale. Parliamo, del resto, di una competizione nella quale, nonostante l’assenza dell’Italia, si sfideranno fenomeni come Neymar jr, Cristiano Ronaldo, Lionel Messi e Kylian Mbappé, i dominatori della scena mondiale. Oltre a loro ci sono anche una serie di nuove promesse pronte a dare il meglio di loro per esplodere e trascinare le loro squadre al successo. Tuttavia, in questo momento, sembra che ci siano due squadre che abbiano una marcia in più, e si tratta di Brasile e Argentina, che hanno dominato il loro raggruppamento di dieci squadre nell’area Conmebol e arrivano nel Golfo Persico con l’etichetta di grandi candidate alla vittoria.

Che sia Neymar sia Messi, i numeri 10 delle due nazionali, abbiano l’ambizione di vincere, è un dato di fatto riconosciuto da tempo. Tuttavia i due attaccanti in forza al Paris Saint Germain possono contare anche su un solido gruppo e su un ambiente coeso, circostanza che inserisce sia il Brasile sia l’Argentina nel novero delle favorite di Qatar 2022. Il torneo apre alla possibilità di consultare le quote sulle vincenti del Mondiale 2022, che avrà il suo atto finale il 18 dicembre, e di puntare anche sui goleador fantasisti tra cui lo stesso Neymar. Se sul podio ipotetico da un lato vi è la ben nota Selecao, che dopo aver vinto l’ultimo Mondiale nel 2002 cerca una conferma dopo vent’anni di digiuno, la verdeoro, nazionale con 5 titoli all’attivo, sta provando da tempo a tornare nell’Olimpo del calcio planetario. Il Brasile arriva in Qatar con l’unico obiettivo di vincere e portare il trofeo nel proprio Paese. Dopo aver già vinto la Coppa Rimet nel 1970 in finale contro l’Italia, i brasiliani adesso vogliono anche alzare per la terza volta la coppa creata dallo scultore italiano Silvio Gazzaniga. Dopo aver dominato in lungo e in largo il loro girone di qualificazione, piazzandosi per primi con un netto anticipo, Neymar e compagni sono adesso pronti a ribadire la loro forza e la loro solidità in un torneo in cui gli avversari non mancano, ma al quale si presentano con una squadra piena di talento. Oltre al numero 10, che giocherà il suo terzo Mondiale, ci saranno fenomeni in grande crescita come Vinicius, Bruno Guimaraes e Richarlison. In porta la sicurezza di un guardiano come Alisson Becker, ex Roma, viene rafforzata dalla presenza di Marquinhos e di Thiago Silva che si completano alla grande.

Per quanto riguarda l’Argentina, invece, molto dipenderà da Lionel Messi, che cerca la conferma mondiale dopo aver vinto la Coppa America l’anno scorso. Il numero 10 dell’Albiceleste dovrà tirar fuori il meglio di sé a 35 anni, ma per fortuna in questa occasione è ben affiancato da mediani di qualità come Leandro Paredes e Rodrigo De Paul, oltre a fenomeni come Angel Di Maria e Lautaro Martinez. In difesa, il carattere di Emiliano Martinez, Nicolas Otamendi e Cristian Romero potrebbe rivelarsi un elemento decisivo per le sorti dei prossimi match.

 


Condividi su:

Rispondi